Responsabilità del professionista intellettuale

L’avv. Lombardo e la dott.ssa Alessandra De Tommaso hanno pubblicato sul portale Diritto 24 un articolo sulla responsabilità del professionista intellettuale. La disamina giuridica verte sulla natura del problema da risolvere. L’art. 1176 c.c. sulla diligenza qualificata richiede al professionista l’osservanza delle regole tecniche in uso durante una prestazione ordinaria.

Nel nostro ordinamento la responsabilità del professionista intellettuale ha natura tipicamente contrattuale, in quanto trova la sua fonte fondamentale nel contratto concluso con il cliente a norma degli artt. 2230 c.c. e ss.
Il professionista, infatti, è tenuto nei confronti del proprio cliente all’esatto adempimento dell’obbligazione contrattualmente assunta, secondo i principi di diligenza e correttezza dettati in materia di obbligazioni dagli artt. 1176 e ss.

Continua su Diritto24

RICONOSCIMENTI

Dopo essere arrivato in finale nel 2018 lo Studio legale Lombardo ha conseguito nel 2019 e nel 2020 un importante riconoscimento aggiudicandosi il Premio Le Fonti come “Boutique di Eccellenza dell’Anno Consulenza Diritto Bancario”, e sempre nel 2020 ha conseguito anche il Premio Le Fonti come Boutique di Eccellenza dell’Anno Consulenza Diritto del Lavoro”

CASI TRATTATI CON SUCCESSO

LEGGI ANCHE

Mobbing: cos’è e come difendersi

Che cos’è il mobbing L’articolo 32 della Costituzione garantisce il diritto alla salute, dal quale consegue il dovere del datore di lavoro di astenersi dal

PUBBLICAZIONI

Articoli, Sentenze,
Rassegna Stampa e Video

INTERVENTI

Interventi pubblici dei
nostri professionisti e tanto altro.