Con il diffondersi della pandemia da Covid-19, il lavoro agile ha assunto un ruolo primario nel contesto lavorativo italiano. Sebbene la possibilità di usufruire di questa modalità ci fosse già prima dello scoppio della pandemia, la situazione emergenziale ha reso tale strumento essenziale per lo svolgimento dell’attività lavorativa di milioni di italiani. È pertanto fondamentale considerare la normativa in materia, nonché i vantaggi e svantaggi che possono derivare dallo smart working.

Tra le misure di contenimento dell’emergenza sanitaria adottate nel mondo del lavoro l’indiscutibile ruolo da protagonista va riconosciuto al cd. lavoro agile adottato, dove è stato possibile, nella maggioranza dei settori lavorativi italiani, compresi gli uffici della Pubblica Amministrazione.

La prima vera normazione del lavoro flessibile, ordinariamente utilizzato negli Stati Uniti e in Giappone, in Italia si è avuta solo con la legge 81 del 2017 che ne subordina l’applicazione ad un accordo scritto tra le parti che deve disciplinare la durata, il rispetto dei tempi di riposo, le modalità di esercizio del potere di controllo e disciplinare da parte del datore di lavoro e le correlate ipotesi di irrogazione di sanzioni disciplinare, il diritto alla disconnessione del lavoratore e, quanto alle modalità di attivazione, il deposito dell’accordo per via telematica sul portale dei servizi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

L’espressa previsione, nella Legge 81 del 2017, della parità di trattamento economico per il lavoro agile rispetto al lavoro per così dire tradizionale, avrebbe dovuto in passato indurre le aziende ad avvalersene abitualmente, considerati gli innumerevoli ed innegabili vantaggi che ne derivano in termini di riduzione dei costi degli spazi fisici (spese vive come l’illuminazione, la climatizzazione e la pulizia) e di incremento significativo della produttività come conseguenza dell’aumentata motivazione e soddisfazione dei lavoratori, ma così non è stato fino all’emergenza sanitaria.

Quali sono i vantaggi dello smart working?

L’aspetto positivo è che i vantaggi dello smart working non hanno tardato a farsi sentire sia per le imprese, in termini di maggior produttività e responsabilizzazione del dipendente che per i lavoratori, che sono riusciti a conciliare meglio l’attività lavorativa con la vita personale e familiare, riuscendo a essere più efficienti nell’organizzazione del proprio tempo.

Quanto alle prospettive future, considerando che, secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano, i lavoratori che potrebbero, per le mansioni a cui sono adibiti, lavorare in Smart sono almeno 5 milioni (circa il 22% del totale degli occupati) e che ad oggi sono 305 mila, si può ipotizzare che con il suo consolidamento si possa arrivare al 70% dei lavoratori potenziali.

Un ulteriore vantaggio derivato dallo smart working sono anche i benefici ambientali dovuti alla riduzione del traffico e dell’inquinamento atmosferico che deriverebbe dal continuo spostamento dei diversi lavoratori.

Infine, un importante vantaggio del lavoro agile è la possibilità delle aziende di far lavorare i propri dipendenti anche da remoto, permettendo di evitare, per una parte dei lavoratori, la collocazione in cassa integrazione, evitando loro il decurtamento di una parte dello stipendio.

Quali sono gli svantaggi dello smart working?

Numerosi sono quindi i vantaggi dello smart working. Tuttavia, è importante non ignorare anche i potenziali pericoli che lo smart working può esercitare sulla salute del lavoratore.

Uno degli svantaggi del lavoro agile è legato al rischio di isolamento sociale che può avere un impatto negativo sul benessere del lavoratore. Sebbene gli strumenti tecnologici di oggi consentano di creare e mantenere forme di connessione tra lavoratori e clienti, tali strumenti non sempre potranno ritenersi un adeguato sostituto alle interazioni cd. face-to-face.

Un altro svantaggio derivato dallo smart working è il rischio di burnout o sindrome dell’esaurimento da lavoro. È stata infatti dimostrata la tendenza, durante il lavoro a casa, a lavorare molte piú ore rispetto a quelle impiegate durante il lavoro in azienda, con conseguente impatto negativo sul benessere personale.

L’iperconnessione, cioè un eccessivo bisogno di rimanere connessi al web, e la perenne reperibilitá rappresentano poi ulteriori svantaggi dello smart working dato il loro notevole impatto sulla salute psichica del lavoratore.

Per far fronte a tali svantaggi e garantire la tutela del benessere del lavoratore, é bene ricordare che, a norma dall’art. 19, co. 1 della legge 81/2017, l’accordo lavoratore-azienda relativo alle modalitá di svolgimento del lavoro agile deve prevedere “i tempi di riposo del lavoratore nonché le misure tecniche e organizzative necessarie per assicurare la disconnessione del lavoratore dalle strumentazioni tecnologiche di lavoro”.

Ben venga, dunque, il consolidamento di tale nuovo modello organizzativo del rapporto azienda-lavoratore fino a diventare il modo di lavorare del futuro, a condizione che vi si accompagnino talune essenziali misure di salvaguardia del benessere psicofisico del lavoratore contro i rischi più temuti.

Per ricevere una consulenza legale riguardante il lavoro agile, contatta il nostro team di avvocati specializzati in diritto del lavoro. Oltre al consueto appuntamento in studio, lo Studio Legale Lombardo ti offre la possibilità di interagire con il Professionista prescelto anche in videoconferenza; in questo modo potrai ottenere assistenza legale ovunque ti trovi, e senza dover richiedere permessi a lavoro o affrontare il traffico cittadino.

Avvocati esperti in Diritto del Lavoro

Founder e Managing Partner

Diritto Bancario
Diritto del Lavoro
Diritto Civile

Salary Partner

Diritto Bancario
Diritto del Lavoro


Salary Partner

Diritto del Lavoro
Responsabilità Medica


Partner

Diritto del Lavoro
Diritto Bancario
Diritto Civile
Responsabilità Medica

Salary Partner

Diritto Civile
Diritto del Lavoro


Salary Partner

Diritto Penale
Diritto del Lavoro


Salary Partner

Diritto del Lavoro
Diritto Civile


Salary Partner

Diritto Civile
Diritto Bancario


Salary Partner

Diritto Civile
Diritto del Lavoro


News di Diritto del Lavoro

CONTATTACI SENZA IMPEGNO
COMPILA IL FORM

Oppure chiamaci al 800 911 781

COMPILA IL FORM per ricevere informazioni, valuteremo insieme il tuo caso 

CONTATTACI SENZA IMPEGNO
COMPILA IL FORM

Oppure chiamaci al 800 911 781